ACQUISTA SUL NOSTRO NUOVO SITO, PER TE IL 15% DI SCONTO SUL PRIMO ORDINE!

Scopri perchè scegliere Calcagni

Consegna gratuita Consegna gratuita da 45 € Campioni omaggio Campioni omaggio per ogni ordine Consulenza telefonica Consulenza telefonica 0331793615 Reso RESO FACILE
Come prendersi cura dei capelli grassi

Come prendersi cura dei capelli grassi

Capelli grassi, che si sporcano facilmente? Chi fa i conti ogni giorno con quell’aspetto unto e quasi oleoso dei capelli lo sa bene: lavarli frequentemente diventa quasi un vero e proprio obbligo. Ma quali sono le cause dei capelli grassi e cosa fare per trattarli correttamente?

Capiamolo insieme, valutando anche i prodotti giusti per ogni caso. 

Cosa è il sebo?

Per capire come trattare i capelli grassi, partiamo dal principio, andando ad analizzare la struttura dei capelli e del cuoio capelluto. 

I capelli hanno origine nei follicoli piliferi dove, poco prima del cuoio capelluto, si trovano anche le ghiandole sebacee che secernono il sebo che entra subito a contatto con i capelli, dalla radice. 

Il sebo ha una composizione che può variare a seconda di numerosi fattori come età, dieta, ormoni o terapie farmacologiche. Generalmente, è costituito da acidi grassi e gliceridi, e si mischia ad altri grassi naturali presenti sull’epidermide, e al sudore. 

A condizionarne la natura sono, principalmente, gli ormoni androgeni, che regolano sia la quantità che la qualità di sebo, negli uomini come nelle donne.  

Un eccesso di sebo rende i capelli grassi?

Si dice spesso che un eccesso di sebo tenda a rendere i capelli più grassi. Non tutti sanno, però, che il sebo può essere semplicemente grasso (depositandosi sul cuoio capelluto) o anche oleoso ed è quest’ultimo a incidere maggiormente sull’aspetto unto. 

Non resta, dunque, che individuare con attenzione i fattori che causano i capelli grassi, per agire su questi. 

L’indagine va fatta all’interno dell’organismo, sebbene ci siano anche elementi esogeni (come lo stress) a incidere. Dunque, è bene valutare la presenza di: 

- squilibri ormonali;

- disturbi di natura gastrointestinale;

- dieta squilibrata;

- stress e nervosismo;

- terapie farmacologiche; 

- soluzioni dermocosmetiche inadatte. 

Quest’ultimo punto, poi, è spesso trascurato o malinteso: utilizzare, infatti, shampoo anti-seborroici sbagliati o aggressivi può peggiorare la situazione anziché migliorarla, indicendo una reazione cutanea di iper-produzione di sebo, come risposta alla secchezza. 

Se il cuoio capelluto suda…

Un altro elemento da considerare è l’iperidrosi del cuoio capelluto o, più semplicemente, il sudore. L'iperidrosi, infatti, contribuisce alla liquefazione del sebo (il sebo oleoso sopra-citato). 

Non è detto che questa eccessiva sudorazione riguardi anche il corpo ed è per questo che va trattata in modo specifico. 

Come trattare i capelli grassi

Una volta compresa la natura dei propri capelli grassi, si possono adottare delle abitudini mirate e contrastare il fenomeno dei capelli unti. Tra queste: 

- Utilizzare uno shampoo delicato ad azione sebo-equilibrante. 

- Utilizzare una maschera con proprietà antisettiche, in grado di eliminare le scorie. 

- Non asciugare i capelli ad alte temperature, evitando così che si fluidifichi il sebo. 

- Evitare di massaggiare a lungo la cute, durante i lavaggi. 

Come lavare i capelli grassi

Come fare, quindi, a lavare i capelli grassi? Oltre ai suggerimenti sopra-riportati, la differenza può essere fatta anche dai prodotti che si impiegano. 

Diego Dalla Palma propone uno shampoo detossinante anti smog al carbone che, sfruttando l’azione del BIO-CARBON ACTIVE SYSTEM, derivato dal bamboo, riduce gli effetti dell’inquinamento urbano (e, quindi, di smog e impurità) sui capelli. Lo shampoo di Reuzel, invece, permette di applicare un leggero scrub alla cute per una pulizia profonda, adatto a chi utilizza in maniera quotidiana prodotti per lo styling. 

Per una scelta anti-sprechi, Loccitane ha realizzato invece uno shampoo solido che riduce l'eccesso di sebo e purifica il capello, al 98% biodegradabile e con prodotti tutti naturali. 

…E le maschere? Farle è senza dubbio meglio, ma occhio alla scelta! Sempre della linea di Diego Della Palma è la maschera nera al carbone attivo, che districa e idrata i capelli (grazie alla cheratina), ma non appesantisce! 

Ultimi consigli? Parlarne con un esperto (se il problema non passa) e imparare a controllare la lista degli ingredienti (INCI), per evitare di acquistare prodotti con una elevata concentrazione di alcool, che stimola una maggiore produzione di sebo e, in generale, diluire bene lo shampoo prima di applicarlo sulla cute.  

Avere capelli sani e belli nell’aspetto si può: perché non iniziare subito con le scelte giuste? 

Categories: Capelli